Italiano | english | Deutsch
MART

museo di arte moderna
e contemporanea
di trento e rovereto

  • Fortunato Depero, "Varese" (dettaglio), 1938, tempera su carta, Mart, Fondo Depero
  • Gianni Bertini, "Stilmec-Le amiche" (dettaglio), 1967, Mart, Collezione VAF-Stiftung
  • Andrea Crosa, "Suburban Gulliver" (dettaglio), 2006, Collezione dell’artista, Courtesy CACTicino
  • Mario Duse, Bozzetto pubblicitario per Pirelli (dettaglio), 1935-37 circa, Mart, Archivio del ‘900, carte Duse

Animali metallici
Il culto dell’automobile nel XX secolo

 
Casa d'Arte Futurista Depero
03 marzo 2018 / 10 giugno 2018
"Il dorso di una sesta macchina mi pare la potente maschera di una testuggine automobilistica. Occhi posteriori enormi con le profonde pupille difese. Parafanghi simili a salde coscie d’acciaio resistenti ai morsi più felini. Sette sbarre le proteggono la faccia invisibile. Marca “Blitz” ovvero “Lampo”: nome temporalesco che rivela il suo programma d’assalto."
Fortunato Depero, "Prospettive fiabesche di macchine rare", 1935
 
P

rotagonista di una profonda trasformazione del paesaggio e dello stile di vita collettivo, l’automobile è al centro di un percorso espositivo che attraversa diversi momenti della storia dell’arte del XX secolo.
Una ricerca nel patrimonio del Mart mette in luce la varietà di opere e documenti che trattano questo particolare tema, manifestando differenti prospettive e punti di vista. Dal mito futurista dell’automobile in movimento alla fascinazione per i valori estetici delle autovetture nei dipinti degli anni Venti e Trenta, la mostra giunge al presente con opere di artisti che hanno fatto propria l’immagine della macchina, esprimendo nei suoi confronti interesse o critica.
I collage di Fortunato Depero, i paesaggi urbani di Mario Sironi, le rielaborazioni di immagini meccaniche firmate da Gianni Bertini, i light-box di Andrea Crosa mostrano il progressivo cambiamento di percezione dell’automobile, divenuta sempre più popolare fino a essere considerata prodotto di massa.
L’esposizione è arricchita da una selezione di fotografie, illustrazioni, materiali pubblicitari e a stampa provenienti dall’Archivio del ’900 del Mart. Tra i ritratti fotografici si distingue la figura di Ernesto Thayaht, appassionato di auto, immortalato accanto agli esemplari da lui posseduti. Alcune fotografie di Benito Mussolini esaltano invece l’automobile come simbolo di progresso e potere. Particolare attenzione è riservata ai raffinati lavori pubblicitari di Marcello Dudovich e di Mario Duse, autore di un importante nucleo di fotomontaggi realizzati per la Pirelli.

 

A cura di Nicoletta Boschiero e Federico Zanoner

Comunicato stampa

Comunicato stampa

Scarica
Programma mostre 2018

Programma mostre 2018

Scopri