Italiano | english | Deutsch
MART

museo di arte moderna
e contemporanea
di trento e rovereto

 

 

 

Il Mart partecipa all’Art Bonus, una misura adottata dal Governo italiano per favorire il mecenatismo a sostegno della cultura.
L’adesione permette all’istituzione di finanziare progetti che consolidino le proprie l'attività, promuovendo lo sviluppo di nuove proposte e ampliando le possibilità di accesso al patrimonio.
Grazie all’Art Bonus il Mart investe su un nuovo Progetto Speciale, dedicato alle persone cieche: Vedere con le mani

 

 

 

VEDERE CON LE MANI. PERCORSO TATTILE NELLA COLLEZIONE PERMANENTE


Con l’obiettivo di contribuire al miglioramento della società e delle community del proprio territorio, il Mart è costantemente impegnato nella realizzazione di progetti speciali, destinati a persone con disabilità, malattia o disagio, visitatori per i quali la fruizione va mediata e sostenuta con particolare cura.

Al Mart le persone cieche possono già partecipare a percorsi tattili che comprendono l’esplorazione di quattro sculture presenti nella mostra permanente dedicata alle Collezioni.
Vedere con le mani, il nuovo progetto finanziato con l’Art Bonus, darà ai ciechi o ipovedenti l’opportunità di esperire concretamente un’immagine e di conoscere le più importanti opere pittoriche del Mart tramite riproduzioni in rilievo, che verranno inserite nel percorso di visita.

Se infatti luce e colore sono elementi fondamentali in un quadro, forma e contenuto costituiscono vie di conoscenza e di fruizione estetica di cui i ciechi possono appropriarsi sul piano emozionale e cognitivo.

Il primo capolavoro a essere riprodotto sarà Le figlie di Loth, dipinto da Carlo Carrà nel 1919, già scelto come immagine guida delle Collezioni.

Partecipare è facile!
Ognuno di noi può diventare mecenate effettuando la propria donazione
e contribuendo attivamente alla realizzazione del progetto che verrà finanziato con l’Art Bonus.
Il primo obiettivo economico è 15mila euro, necessari a coprire le spese di produzione delle riproduzioni in rilievo.

Le persone fisiche, gli enti e le imprese che sosterranno l’iniziativa potranno usufruire delle agevolazioni fiscali previste dalla normativa nazionale. Chi effettua erogazioni liberali in denaro a favore della cultura può infatti godere di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta, pari al 65% dell’importo donato.
 


CHE COS'È L'ART BONUS


È una misura agevolativa sotto forma di credito di imposta, riconosciuta a chi effettua erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale italiano. La misura è pari al 65% dell'importo donato nei limiti previsti dalla legge (15% del reddito imponibile per le persone fisiche e gli enti non commerciali, 5 per mille dei ricavi per i titolari di reddito d’impresa).


Per erogazione liberale si intende un contributo in denaro elargito da un benefattore senza obblighi di controprestazione o riconoscimenti di natura economica. Diversamente dalla sponsorizzazione, l'erogazione non può tradursi in una forma di promozione dell'azienda e dei suoi prodotti. Sono ammessi:
 

  • pubblico ringraziamento del beneficiario al mecenate;
  • riconoscimento morale al mecenate senza che questo rappresenti un obbligo per l’ente beneficiario;
  • ringraziamento per i mecenati sul sito www.artbonus.gov.it;
  • menzione sul sito web degli enti beneficiari.


Il mecenate può effettuare l’erogazione liberale tramite:
 

  • bonifico bancario;
  • carte di debito, di credito e prepagate;
  • assegni bancari e circolari.


È necessario conservare copia del versamento per la compilazione della dichiarazione dei redditi.


Vai alla pagina del progetto sul sito di Art Bonus
 

 

Comunicato stampa

Comunicato stampa

Scarica