Italiano | english | Deutsch
MART

museo di arte moderna
e contemporanea
di trento e rovereto

 

 

 

Il Mart partecipa all’Art Bonus, una misura adottata dal Governo italiano per favorire il mecenatismo a sostegno della cultura.
L’adesione permette all’istituzione di finanziare progetti che consolidino le proprie l'attività, promuovendo lo sviluppo di nuove proposte e ampliando le possibilità di accesso al patrimonio. 

 

 

 

VEDERE CON LE MANI. PERCORSO TATTILE NELLA COLLEZIONE PERMANENTE


Con l’obiettivo di contribuire al miglioramento della società e delle community del proprio territorio, il Mart è costantemente impegnato nella realizzazione di progetti speciali, destinati a persone con disabilità, malattia o disagio, visitatori per i quali la fruizione va mediata e sostenuta con particolare cura.

Al Mart le persone cieche possono già partecipare a percorsi tattili che comprendono l’esplorazione di quattro sculture presenti nella mostra permanente dedicata alle Collezioni.
Vedere con le mani, il nuovo progetto finanziato con l’Art Bonus, darà ai ciechi o ipovedenti l’opportunità di esperire concretamente un’immagine e di conoscere le più importanti opere pittoriche del Mart tramite riproduzioni in rilievo, che verranno inserite nel percorso di visita.

Se infatti luce e colore sono elementi fondamentali in un quadro, forma e contenuto costituiscono vie di conoscenza e di fruizione estetica di cui i ciechi possono appropriarsi sul piano emozionale e cognitivo.

Il primo capolavoro a essere riprodotto sarà Le figlie di Loth, dipinto da Carlo Carrà nel 1919, già scelto come immagine guida delle Collezioni.

Partecipare è facile!
Ognuno di noi può diventare mecenate effettuando la propria donazione
e contribuendo attivamente alla realizzazione del progetto che verrà finanziato con l’Art Bonus.
Il primo obiettivo economico è 15mila euro, necessari a coprire le spese di produzione delle riproduzioni in rilievo.

Le persone fisiche, gli enti e le imprese che sosterranno l’iniziativa potranno usufruire delle agevolazioni fiscali previste dalla normativa nazionale. Chi effettua erogazioni liberali in denaro a favore della cultura può infatti godere di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta, pari al 65% dell’importo donato.

Vai alla pagina del progetto sul sito di Art Bonus

Registro delle erogazioni liberali a favore del progetto Vedere con le mani

  • aprile 2018 | 1.000 euro
  • maggio 2018 | 200 euro
  • giugno 2018 | 500 euro
  • luglio 2018 | 500 euro
     



UNA PRESENZA TRA VENETO E ALTO ADIGE: IL FONDO MANSUTTI E MIOZZO DEL MART


Il progetto ha come obiettivo la valorizzazione del fondo che illustra l’attività professionale degli architetti Francesco Mansutti e Gino Miozzo, conservato al Mart presso l’Archivio del '900.

Una prima azione riguarda la descrizione della documentazione all’interno dei sistemi informativi AST (Archivi Storici del Trentino) e CIM (Catalogo Integrato del Mart), per favorire l’accesso ai materiali e la loro consultazione sul web.

Il progetto si propone contestualmente di migliorare lo stato di conservazione del fondo con interventi diffusi di ricondizionamento delle carte, mappatura dei documenti in cattivo stato, operazioni mirate di digitalizzazione.

La fase finale prevede l’organizzazione di attività di studio e divulgazione con enti di formazione e ricerca, per stimolare la riflessione sul contesto storico e culturale in cui si inserisce l’opera di Mansutti e Miozzo in Trentino Alto Adige.

Sono coinvolti nel progetto l'Eurac Research di Bolzano e il Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale ICEA dell'Università degli Studi di Padova, la cui collaborazione consisterà nella realizzazione di tesi di laurea e di laboratori didattici.

Obiettivo economico del progetto: 54mila euro.

Vai alla pagina del progetto sul sito di Art Bonus



CHE COS'È L'ART BONU
S


È una misura agevolativa sotto forma di credito di imposta, riconosciuta a chi effettua erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale italiano. La misura è pari al 65% dell'importo donato nei limiti previsti dalla legge (15% del reddito imponibile per le persone fisiche e gli enti non commerciali, 5 per mille dei ricavi per i titolari di reddito d’impresa).


Per erogazione liberale si intende un contributo in denaro elargito da un benefattore senza obblighi di controprestazione o riconoscimenti di natura economica. Diversamente dalla sponsorizzazione, l'erogazione non può tradursi in una forma di promozione dell'azienda e dei suoi prodotti. Sono ammessi:
 

  • pubblico ringraziamento del beneficiario al mecenate;
  • riconoscimento morale al mecenate senza che questo rappresenti un obbligo per l’ente beneficiario;
  • ringraziamento per i mecenati sul sito www.artbonus.gov.it;
  • menzione sul sito web degli enti beneficiari.


Il mecenate può effettuare l’erogazione liberale tramite:
 

  • bonifico bancario;
  • carte di debito, di credito e prepagate;
  • assegni bancari e circolari.


È necessario conservare copia del versamento per la compilazione della dichiarazione dei redditi.

 



 

 

Comunicato stampa

Comunicato stampa

Scarica