Italiano | english | Deutsch
MART

museo di arte moderna
e contemporanea
di trento e rovereto

  • Tullio Crali, "Il futurista Marinetti" (dettaglio), 1931, Mart
  • Fortunato Depero, "La rissa (Discussione del 3000)" (dettaglio), 1926, olio su tela, Mart, Fondo Depero
  • Pippo Rizzo, "Lampi", 1920, olio su tela, Archivio Pippo Rizzo, Palermo
  • Benedetta Cappa, "Velocità di motoscafo" (dettaglio), 1922, olio su tela, Galleria d’Arte Moderna, Roma

Il Maestro e Margherita
Marinetti, Sarfatti e il Futurismo negli anni di regime

 
Casa d'Arte Futurista Depero
20 ottobre 2018 / 24 febbraio 2019
Il progetto di ricerca che fa luce sulla relazione tra Futurismo e Novecento e tra due instancabili promotori dell’arte italiana
 
I

n concomitanza con l’esposizione del Mart dedicata a Margherita Sarfatti, la mostra di Casa Depero approfondisce un tema specifico legato all’attività della nota critica d’arte: il suo rapporto con Filippo Tommaso Marinetti.
Il confronto è tra due figure di spicco nel panorama del primo Novecento che hanno fortemente associato il proprio nome e il proprio volto a due principali movimenti dell’arte italiana: il Futurismo, di cui Marinetti fu mentore, e Novecento, concepito da Sarfatti sull’idea di moderna classicità.

Figli della medesima generazione, colti e cresciuti in famiglie agiate, Marinetti e Sarfatti solcano la scena artistica internazionale accomunati da una forte attitudine alla comunicazione: entrambi sono consapevoli dell’impatto di giornali, fotografie, carta stampata e non esitano a promuovere in prima persona le proprie iniziative.
Di segno opposto, gli artisti da loro sostenuti si contendono la presenza in alcune tra le principali manifestazioni, come la Biennale di Venezia: se Sarfatti cura la mostra di Novecento nel 1924, è Marinetti ad organizzare l’esposizione futurista del 1926 che vede protagonisti Fortunato Depero, Giacomo Balla, Luigi Russolo, Gerardo Dottori, Enrico Prampolini, Pippo Rizzo e Benedetta Cappa.

La mostra ripercorre i principali momenti di questo confronto, avvalendosi di un nucleo di opere delle Collezioni museali, di alcuni prestiti provenienti da musei nazionali e della documentazione presente nell’Archivio del ’900.
 

 

A cura di Nicoletta Boschiero

Comunicato stampa

Comunicato stampa

scarica
Margherita Sarfatti

Margherita Sarfatti

Scopri