Italiano | english | 中文 | Deutsch
MART

museo di arte moderna
e contemporanea
di trento e rovereto

  • Gino Severini - Canon en action (Mots en liberté et formes), 1914-1915,
  • Gino Severini - Natura morta con maschera, 1929 c.
  • Gino Severini 1883-1966 - Sale espositive
  • Gino Severini 1883-1966 - Sale espositive
  • Gino Severini - Treno blindato in azione, 1915

Gino Severini 1883-1966

 
Mart Rovereto
17 settembre 2011 / 08 gennaio 2012
"Le città a cui mi sento più profondamente legato sono Cortona e Parigi: nella prima sono nato fisicamente, nella seconda intellettualmente e spiritualmente"
Gino Severini
Il Mart e il Musée d’Orsay di Parigi, presentano una grande mostra dedicata all’opera del pittore Gino Severini (Cortona, 1883 - Parigi, 1966), punto di contatto tra l’arte italiana e francese nel periodo delle avanguardie.
 
I

l progetto espositivo ha avuto una significativa anticipazione al Musée de l’Orangerie di Parigi con la rassegna intitolata “Gino Severini, 1883 – 1966, futuriste et néoclassique”, per approdare poi al Mart di Rovereto. La mostra ricostruisce l’itinerario artistico di Severini attraverso una selezione di circa ottanta opere, provenienti dalle più importanti collezioni pubbliche e private italiane e internazionali. Protagonista del movimento futurista, Severini svolse un ruolo fondamentale come punto di contatto tra l’arte italiana e francese nel periodo delle avanguardie e, successivamente, del ritorno al classico. Nato a Cortona nel 1883, dopo gli anni trascorsi presso lo studio di Giacomo Balla a Roma, Severini compie la sua formazione tra l’Italia e la Francia, dove si trasferisce nel 1906. La ricerca divisionista, che si fonde con l’influenza del pointillisme, è alla base della sua originale interpretazione del futurismo.

Il linguaggio dell’avanguardia italiana si incrocia a sua volta in maniera determinante con le suggestioni del cubismo e dell’orfismo. Rispetto all’evento parigino, la mostra di Rovereto amplia notevolmente l’arco cronologico dell’itinerario artistico di Severini. In particolare, si potranno ammirare una serie di opere degli anni Quaranta e Cinquanta, che permettono di approfondire, per la prima volta dopo oltre vent’anni dall’ultima mostra monografica, il complesso intreccio rappresentato dalle diverse tappe della storia artistica di Severini. La mostra è anche l'occasione per due nuove pubblicazioni, a cura dell'Archivio del '900 del Mart, impegnato in un'operazione di ricerca su Severini a partire dalla metà degli anni ‘90, quando il museo ha acquisito da Gina Severini Franchina il fondo d’archivio del padre Gino Severini.

La mostra è una coproduzione del Mart e dei Musées d’Orsay e dell’Orangerie di Parigi.

 

Risorse sul web

Guarda un set di immagini su flickr

A cura di Gabriella Belli e Daniela Fonti