Italiano | english | 中文 | Deutsch
MART

museo di arte moderna
e contemporanea
di trento e rovereto

  • Afro - Villa Fleurent, 1958
  • Afro- Il Giardino della Speranza, 1958
  • Afro - Composizione in blu (Notturno), 1953
  • Afro - Cera parsa, 1957
  • Afro - Golfo degli Aranci, 1957

Afro. Il periodo americano

 
Mart Rovereto
17 marzo 2012 / 08 luglio 2012
"La tua mostra mi sembra molto bella; mi piacciono particolarmente i tre dipinti grandi. Fanno intuire qualcosa di nuovo nella tua pittura, e il senso dello spazio, il movimento e il colore sono bellissimi…"
Catherine Viviano
Il Mart, in coincidenza con i cento anni dalla nascita di Afro, documenta il “periodo americano” dell’artista. Si tratta di opere importanti per la sua vicenda ma poco o addirittura mai viste nel nostro paese perché conservate quasi tutte in musei statunitensi.
 
G

li anni migliori della produzione di Afro Libio Basaldella sono quelli tra il 1948 e il 1968, in cui il pittore italiano collaborò con gallerie e istituzioni americane, vivendo a lungo negli Stati Uniti e raccogliendo grandi successi che posero le basi di una duratura notorietà internazionale. Nel 1955, Afro diventa uno degli artisti italiani più noti negli Stati Uniti, come testimonia la sua partecipazione alla grande collettiva del MoMA “The New Decade: 22 European Painters and Sculptors”, dove vengono presentate le principali tendenze dell’arte non figurativa europea. Lo stesso anno, Afro tiene una personale alla Washington University di Saint Louis e prende parte alla giuria del “Pittsburgh International Prize”.

 

In mostra sono presenti anche le opere “Cera persa”, “Golfo degli Aranci” e “Pietra Serena”, tutte realizzate nel 1957, esposte il 25 novembre 1957 alla terza personale di Afro da Catherine Viviano e acquistate da importanti collezionisti privati americani, successivamente rientrate in Europa in tempi recenti. Ma è già negli anni precedenti, a New York, nel gennaio del 1950, che Afro espone alla mostra “5 Italians Painters” alla Catherine Viviano Gallery, insieme a Corrado Cagli, Renato Guttuso, Ennio Morlotti e Armando Pizzinato. Il 15 maggio dello stesso anno, l’artista allestisce la sua prima personale oltreoceano.

 

 

Risorse sul web
Guarda un video
Un album di immagini su Flickr

Guarda su facebook le immagini dell'allestimento e alcuni scatti dell'artista

A cura di Gabriella Belli e Margherita de Pilati, con la collaborazione della Fondazione Archivio Afro