Italiano | english | 中文 | Deutsch
MART

museo di arte moderna
e contemporanea
di trento e rovereto

  • Paolo Ventura - Il pittore futurista (dettaglio), 2012. Courtesy dell’artista

Paolo Ventura. Mago Futurista

 
Mart, Casa Depero
22 giugno 2013 / 31 maggio 2014
"La scomparsa è straordinaria perché lascia speranza: se non si trova un cadavere, la scomparsa lascia libera l’immaginazione, mentre la morte è definitiva! "
Paolo Ventura
Paolo Ventura per il Mart lavora sul tema della Prima Guerra Mondiale come rappresentazione della memoria. La mostra è composta da due serie di fotografie, che verranno poi raccolte nelle pubblicazioni “Il pittore futurista” e “Il mago”, edite da Danilo Montanari.
 
S

eppur impalpabili come sogni, le immagini nate dalla poetica di Ventura hanno la forza popolare ed evocativa delle tavole utilizzate dai cantastorie. Fotografie frutto di una meticolosa messa in scena, rappresentano dei “ricordi possibili” in bilico tra memoria e immaginazione.
L’artista impersona il protagonista della storia in fondali dipinti da lui stesso che danno vita a un racconto sospeso temporalmente, come accade al circo, nei luna park o nelle rappresentazioni dei burattini. Una città, riconoscibile come una Milano “sironiana”, è la quinta teatrale in cui il protagonista. il “mago”, dà spettacolo controllando la scomparsa e ricomparsa di un bambino, destinato misteriosamente, negli scatti finali, a scomparire davvero nella nebbia.

La suggestione creata delle fotografie dell’artista muove un senso di aspettativa sulle vicende che riguardano il tempo, l’infanzia, l’innocenza, la guerra, il mistero. I progetti di entrambe le serie sono fortemente legate al profilo della sede espositive: “il mago” è il nomignolo con il quale viene ancor oggi ricordato Fortunato Depero.

Così commenta il suo lavoro Paolo Ventura, a proposito del tema della scomparsa, già peraltro affrontato in altri suoi lavori :


Mi piaceva l’idea di interpretare qualcuno che scompare. Il Mago, lo Zuavo, li ho scelti innanzitutto perché sono  figure senza tempo, fanno parte di me. Personaggi immutabili,come i preti, i carabinieri che hanno ottenuto, di poter essere trasferiti in qualsiasi luogo, in qualsiasi tempo e non cambiano. Le loro divise diventano dei costumi, come i clown. Mi piacciono queste figure che vivono un non-tempo”. 

 

Risorse sul web

Guarda un set di immagini su flickr

A cura di Nicoletta Boschiero

Depero e la ricostruzione futurista a Barcellona

Depero e la ricostruzione futurista a Barcellona

Collaborazioni
antonello da messina

antonello da messina

mostre in museo
l'altro ritratto

l'altro ritratto

anteprime
la magnifica ossesione

la magnifica ossesione

altre mostre
L'avanguardia intermedia

L'avanguardia intermedia

Galleria Civica di Trento