Italiano | english | 中文 | Deutsch
MART

museo di arte moderna
e contemporanea
di trento e rovereto

  • Sirio Luginbühl - Amarsi a Marghera, 1970. Archivio Sirio Luginbühl, Padova
  • Gabriele Basilico - Sezioni del paesaggio italiano, da Venezia-Mestre a Treviso, 1996. Centro Culturale Candiani, Comune di Venezia
  • Umberto Moggioli - Il ponte verde, 1911
  • Felice Casorati - Notturno, 1912 - 1913. Collezione privata, courtesy Galleria dello Scudo, Verona

L'avanguardia intermedia. Ca' Pesaro, Moggioli e la contemporaneità a Venezia 1913-2013

 
Galleria Civica, Trento
19 ottobre 2013 / 02 febbraio 2014
"Proviamo a raccontare questa storia non tanto attraverso i quadri, bensì attraverso l’intreccio – e talora il conflitto – di personalità, indirizzi culturali e modelli organizzativi. "
Alessandro Del Puppo
Riapre la Galleria Civica di Trento recentemente annessa al Mart di Rovereto che in questo modo concretizza la visione di un sistema museale integrato e all’avanguardia, parte attiva di un territorio vivace e dinamico.
 
S

ede distaccata del Museo, avamposto nel capoluogo trentino, la Civica è stata ridisegnata su progetto architettonico realizzato in pochi mesi dal giovane Stefano Grigoletto/Studio Atelier Zero, vincitore del Bando pubblico destinato ai giovani architetti trentini voluto dal Mart, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti della Provincia di Trento.
A conferma del radicamento con il territorio e dell’attenzione che il Museo vuole dedicare ai giovani, nella Galleria Civica confluirà anche l’ADAC, l’Archivio degli artisti contemporanei trentini, il cui lavoro di ricerca sul territorio è propedeutico alla formazione, alla produzione, alla circuitazione degli artisti trentini, nonché di interesse per ricercatori, curatori, galleristi e operatori culturali.


Sabato 19 ottobre la Galleria Civica riaprirà quindi i battenti nella sua nuova veste, ospitando una mostra, a cura di Alessandro Del Puppo, che ne sintetizza i futuri indirizzi culturali: rapporto fra contemporaneo e storia recente, prossimità verso il territorio e riscoperta di temi e vicende storiche sinora meno indagate.
L’esposizione amplia e esplora in chiave del tutto inedita un tema già affrontato dal Mart: l’opera dell’artista trentino Umberto Moggioli di cui il Museo conserva un importante nucleo di dipinti.
L’indagine si amplia con un approfondimento sull’esperienza a Ca’ Pesaro, nel confronto tra Moggioli e gli artisti della sua generazione attivi a Venezia, tra i quali Arturo Martini, Gino Rossi e Felice Casorati e Tullio Garbari.
La ricerca si completa nel paragone con la generazione degli artisti attivi alla fine del Novecento, diversi per età, formazione e tecniche, ma accomunati da un medesimo modello operativo, dall'indagine su temi simili e dalla distanza dagli istituti ufficiali. Tra questi Germano Olivotto, Guido Guidi, Gabriele Basilico, Paolo Gioli, Sirio Luginbühl, Michele Sambin e Guido Sartorelli.

 

Nell’inedito raffronto queste due generazioni vengono osservate nello scenario di Venezia, tralasciando, volutamente, quello che potrebbe apparire il momento più solare: la Laguna delle eccezionali Biennali degli anni cinquanta, dell’internazionalizzazione del sistema dell’arte, dei grandi mecenati, galleristi e collezionisti.
Attraverso l’analisi del lavoro dei due gruppi di artisti, si finisce per raccontare due momenti cruciali per la definizione stessa di modernità nel Novecento: la sua origine, nell’ambito delle avanguardie storiche e, per certi versi, il suo compimento.

A cura di Alessandro Del Puppo
con Denis Viva, Gabriele Salvaterra

antonello da messina

antonello da messina

mostre in museo
L'altro ritratto

L'altro ritratto

mostre in museo
La magnifica ossessione

La magnifica ossessione

mostre in museo
Paolo Ventura Mago futurista

Paolo Ventura Mago futurista

Casa d'arte Depero
depero e la ricostruzione futurista a barcellona

depero e la ricostruzione futurista a barcellona

collaborazioni